RINVIO DEL CONVEGNO DELL’AAE

Il Consiglio Direttivo dell’AAE, considerato l’evolversi della pandemia di questi mesi con l’emergenza sanitaria e le relative restrizioni, per facilitare l’incontro degli archivisti ecclesiastici dall’Europa ed altri continenti, dopo un confronto con la Diocesi di Bergamo che ospiterà l’evento associativo, ha preso la decisione di rinviare il XXVII Convegno degli Archivisti Ecclesiastici già previsto dall'1 al 4 settembre 2020 sul tema «Archivi: tra didattica e pastorale: orientamenti ed esperienze», ai giorni 7-10 settembre 2021 da tenersi sempre a Bergamo, presso il Seminario diocesano “Papa Giovanni XXIII”, secondo il programma già concordato.

Leggi di più...   


In preparazione al XXVII Convegno dell'Associazione Archivistica ecclesiastica dal tema " Gli archivi tra didattica e pastorale" (Bergamo, 7-10 settembre 2021), l'AAE propone per martedì 16 febbraio dalle 10.30 alle 12, una riflessione sull'attività degli archivi ecclesiastici in tempo di covid. L'incontro, on line, si svolgerà attraverso il racconto e la condivisione di esperienze vissute in quest'ultimo anno da alcuni Istituti archivistici diocesani e religiosi d'Italia.

Leggi di più...

 









Sono già disponibili gli Atti della Terza Conferenza di Archivisti Ecclesiastici Europei (Poznań, 7-9 novembre 2018), realizzata in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Cultura e l’Arcidiocesi di Poznan, a cura di Gaetano Zito .
Il volume è stato inviato ai soci dell'AAE.
Per gli altri che volessero, possono richiederlo con l'e-mail istituzionale dell'Associazione (€ 30 + spese di spedizione postale)
.

 


L'associazione ha come fine la promozione della cultura archivistica e si fonda sul volontariato dei suoi soci.
Pertanto, si prega di inviare il proprio curriculum soltanto unitamente alla domanda per chiedere di essere accetati come soci

(secondo le condizioni previste dal Regolamento) e non per candidarsi ad opportunità di lavoro.



Si ricorda ai soci che su indicazione dell'Assemblea, la quota associativa è stata elevata da 30 euro a 40 euro.